Mattia Palazzi è nato il 31 gennaio 1978 a Mantova dove vive nel quartiere di Valletta Valsecchi insieme a Cuba, la sua cagnolina adottata al canile.

Sindaco dal 2015, alla guida della Giunta più giovane della storia di Mantova, ha dato il via e realizzato una lunga serie di progetti e opere che, dopo anni di immobilismo, stanno cambiando il volto della sua città.

Scout nel Mantova 5, rappresentante degli studenti all’istituto d’Arte, inizia da giovanissimo ad appassionarsi alla politica, divenendo segretario della Sinistra Giovanile mantovana e Responsabile Scuola della Lombardia per i giovani democratici. Oggi è iscritto al Partito Democratico.

Dall’età di vent’anni è impegnato in progetti internazionali promossi dalle Nazioni Unite, da Arci e altre Ong. Un’attività che spesso lo ha portato a lavorare direttamente sul campo, per l’alfabetizzazione in Marocco, il microcredito in America Latina, e poi in Bosnia, Serbia, Brasile, sempre per promuovere pace e sviluppo.

Eletto consigliere comunale nel 2000 e nel 2005, ha ricoperto l’incarico di Assessore al Welfare e Politiche Giovanili del Comune di Mantova sino al 2008. 

È stato Presidente di Arci Mantova, Arci Lombardia e membro della Presidenza Nazionale, sviluppando numerosi progetti locali e nazionali.

Sono molte le esperienze e le persone che hanno segnato il suo percorso ma, tra tutte, la figura che Mattia non esita a definire il suo maestro è Tom Benetollo, leader del pacifismo italiano e difensore dei diritti dell’uomo, scomparso prematuramente nel 2004. Tom gli ha insegnato che è possibile far coincidere uno sguardo lungimirante sul mondo e i suoi grandi e profondi cambiamenti con la quotidiana attenzione al tuo quartiere, alla tua città, al tuo Paese.

 

Certificato penale↗

Visita il sito mattiapalazzi.it